Direttiva WhistleBlowing

Il sistema di gestione delle segnalazioni

 

In osservanza di quanto previsto dalla Direttiva (UE) 2019/1937 e dalle relative leggi di recepimento, dallo Sarbanes - Oxley Act del 2002, dal Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. n. 231 del 2001 e dagli Strumenti Normativi interni Anti-Corruzione, abbiamo adottato un sistema di gestione delle segnalazioni (Segnalazioni anche Anonime Ricevute da Eni) che ci permette di gestire le segnalazioni, anche anonime, ricevute da Eni SpA e dalle società controllate in Italia e all’estero.

In conformità con la normativa applicabile, a prescindere dall’oggetto della segnalazione e dall’entità interessata, è sempre garantita a tutti la possibilità di inviare segnalazioni direttamente a Eni SpA. Abbiamo inoltre istituito un apposito canale di ricezione delle segnalazioni per Eni Plenitude SpA SB e le società controllate in Italia e all’estero.

Qualunque sia il canale utilizzato, garantiamo la ricezione, l'analisi e il trattamento di segnalazioni inoltrate da chiunque, stakeholder, Persone di Eni (personale di Eni e tutti coloro, sia persone fisiche che giuridiche, che operano in Italia e all’estero per il conseguimento degli obiettivi di Eni, ciascuno nell’ambito delle proprie funzioni e responsabilità) e altri soggetti terzi, anche in forma anonima. Si tratta di segnalazioni aventi a oggetto comportamenti, posti in essere da Persone di Eni, in violazione del Codice Etico, di leggi, regolamenti, provvedimenti delle Autorità, normative interne, Modelli 231 e Modelli CE.

È garantita la massima riservatezza sui soggetti e sui fatti segnalati, nonché sull’identità dei segnalanti, affinché chi effettua la segnalazione non sia soggetto ad alcuna forma di ritorsione.

La disciplina in materia è contenuta nella normativa "Segnalazioni, anche anonime, ricevute da Eni SpA e da società controllate in Italia e all’estero" in corso di aggiornamento.

Le segnalazioni possono essere inviate attraverso una apposita Piattaforma – idonea a garantire, con modalità informatiche, la riservatezza dell'identità del segnalante – disponibile al seguente link.

Fermo l’utilizzo preferenziale dei canali di segnalazione messi a disposizione da Eni SpA e da Eni Plenitude SpA SB, nei casi tassativamente indicati ai sensi dell’art. 6 del D.Lgs. 24 del 10 marzo 2023, è possibile effettuare segnalazione anche all’autorità competente in materia (ANAC).

Le informazioni e i dati personali che vengono comunicati nel contesto delle segnalazioni sono trattati per gestire e dare seguito alle segnalazioni stesse, nonché indagare le eventuali condotte segnalate e adottare le misure necessarie in conformità con le leggi applicabili, inclusa la normativa in materia di protezione dei dati personali. Per maggiori informazioni sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali inclusi nelle segnalazioni e raccolti durante la procedura, vi invitiamo a consultare le informative per il trattamento dei dati dei segnalanti, segnalati o di altri soggetti terzi coinvolti.